La relazione più importante nella tua vita

di Scott Miller

di Scott Miller

Tradotto per l'Italia dal seguente link https://resources.franklincovey.com/blog/the-most-important-relationship-in-your-life

Si sente molto parlare del valore delle relazioni.

Nella vita, dopo la tua reputazione e (per chi crede) la tua anima, le tue relazioni sono probabilmente il tuo “bene” più prezioso.

In effetti, il chief people officer di FranklinCovey, Todd Davis, sostiene e dimostra che le persone non sono la risorsa più preziosa di un’organizzazione, ma piuttosto è il rapporto tra quelle persone che è il bene più prezioso della tua azienda.

Credo assolutamente che questo sia vero.

Sono le nostre relazioni di fiducia reciproca che guidano tutto verso il successo e anche i punti di attrito bloccano il nostro progresso quando c’è sospetto e sfiducia.

Detto questo, viene portata così tanta attenzione nelle nostre relazioni con gli altri che spesso dimentichiamo la relazione più importante della nostra vita: quella con noi stessi. La relazione che guida tutti gli altri nella nostra vita.

Com'è il tuo rapporto con te stesso?

  • Ecco alcune domande a cui pensare oggi mentre stai costruendo e rafforzando questa relazione vitale. Dichiarazione di non responsabilità: non sono un consulente o un terapeuta (anche se probabilmente ho bisogno di entrambi), sono solo il beneficiario di centinaia di conversazioni con persone intelligenti e sagge, molte delle quali parlano del valore dell’amor proprio e dell’avere una relazione positiva con te stesso. Quindi ecco la mia lista di domande su cui riflettere:
  • Cosa ti piace di più di te stesso?
  • Cos’altro? Elenca dieci o più descrizioni di ciò che ti piace di te stesso. Fai finta di essere in una conferenza e di essere nel mezzo di un ostruzionismo e di dover essere sul palco per un lunghissimo periodo di tempo e di non poterti fermare. Descrivi in dettaglio il tuo carattere positivo e i tratti della tua personalità, i talenti, le abilità e persino le aree in cui sei cresciuto o migliorato durante la tua vita. Dai, sii il tuo più grande fan di parte.
  • Come ti descriverebbe la persona a cui piaci di più nella vita? Solo le cose buone ora.
  • Qual è un’abitudine negativa e controproducente o un’area della tua vita in cui in precedenza hai avuto un po’ di vergogna per essere più orgoglioso di migliorare?
  • Quale decisione nella vita, è ora, in grado di perdonarti finalmente?
  • Qual è qualcosa di te stesso di cui sei stato molto critico di cui ti rendi conto che non è davvero un grosso problema dopotutto e che devi dimenticare del tutto e andare avanti?
  • Qual è qualcosa che hai realizzato per cui non ti sei mai dato abbastanza credito? Cos’altro?
  • Continua: racconta a te stesso quanto sei orgoglioso di tutti i tuoi risultati e prenditi qualche minuto, ore, giorni o anni per crogiolarti in esso.
  • Pensa e dì a te stesso ad alta voce un talento, un’intuizione o una forza che non vedi in molti altri. Identificane altri. Dille a te stesso in modo udibile, allo specchio, e guardati sorridere con orgoglio. Possederli!
  • Cosa stai facendo per prenderti cura di te stesso? Fisicamente? Mentalmente?
  • Socialmente/emotivamente? Spiritualmente? Ti stai rivolgendo a tutte queste aree della tua vita? So che non lo sei. Nemmeno io. Quindi cosa sta veramente fermando te (e me), a parte il nostro martirio e il nostro vittimismo pensando che dobbiamo prima aiutare tutti gli altri?
  • Quali altri pensieri hai scoperto durante questo esercizio che possono aiutarti ad affrontare e migliorare il tuo rapporto con te stesso? In modo tale che se iniziassi a rivolgerti a loro, ne trarrebbero automaticamente beneficio le tue relazioni con gli altri? Prenditi un po’ di tempo e pensa se sei seriamente intenzionato a riflettere su te stesso e ai vantaggi di conoscere davvero te stesso.

In poche parole: concentrati sulla persona più importante della tua vita. TU!

Non è egoismo. È altruimo, se vuoi aggiungere valore a quelle altre relazioni nella tua vita.

Share